A Carnevale ogni scherzo vale!

Il carnevale italiano non è solo Venezia.

Mi capita spesso di parlare del carnevale con i miei studenti ed ogni volta ricevo la stessa risposta. “Conoscete il carnevale italiano?”
Risposta: “Sì, Venezia”.

Quando si parla del carnevale italiano tutti pensano immediatamente a Venezia.  Certo, il carnevale veneziano è sicuramente uno dei più affascinanti ed oggi è diventato famoso in tutto il mondo per la bellezza della manifestazione e per le lussuose maschere settecentesche. Ma in Italia il carnevale è molto di più.

Le origini
Il carnevale non è solo Venezia. È una tradizione millenaria che trova le sue origini nelle antiche feste romane chiamate i Saturnali. Diventa poi, specialmente nei paesi di tradizione cattolica, il periodo di festeggiamento che precede la quaresima (quaranta giorni alla Pasqua).
La parola carnevale infatti deriva dal latino carnem levare (“eliminare la carne”) ed indicava un banchetto organizzato proprio l’ultimo giorno di carnevale, prima dell’inizio della quaresima quando non si poteva più mangiare carne o si osservava il digiuno.

Quanti carnevali?
Ancora più importante è sapere che il carnevale si celebra in tutta Italia, nelle città e nei piccoli paesi, con feste, sfilate, maschere e dolci tradizionali. Anche in alcune scuole si organizza la festa di carnevale e i bambini si mascherano. Le strade si riempiono di colori, coriandoli e stelle filanti. Tutti gli Italiani almeno una volta nella vita si sono mascherati per carnevale. Insomma è quello che succede per Halloween in altri paesi.

coriandoli (EN= confetti).

Alcuni (solo alcuni) dei carnevali italiani:
Per capire di cosa si sta parlando basta dare uno sguardo alla quantità di carnevali che esistono in Italia, ognuno con una sua peculiarità. La preparazione di queste manifestazioni richiede tanto tempo e dedizione da parte degli organizzatori, si inizia la preparazione quasi un anno prima!

Ecco quindi un piccolo elenco di quelli più conosciuti ma ce ne sono tantissimi!
il Carnevale di Viareggio, lo Storico Carnevale di Ivrea e la strana tradizione delle arance (Guardate il video!), il Carnevale di Cento, il Carnevale di Manfredonia, il Carnevale di Fano, Il Carnevale infiorato di Acireale, Il Carnevale di Ronciglione, il Carnevale di Montemarano in Irpinia, quello Ambrosiano di Milano, il carnevale più lungo d’Italia, quello di Putignano, quello particolarissimo sardo dei Mamuthones, e molti altri ancora.

Il Carnevale di Ronciglione in provincia di Viterbo. Tuscia

Quando?
I festeggiamenti maggiori avvengono il Giovedì grasso e il Martedì grasso ossia l’ultimo giovedì e l’ultimo martedì prima dell’inizio della quaresima. Il mercoledì successivo è detto “mercoledì delle ceneri” e in molte località italiane si “brucia” simbolicamente il carnevale.Le sfilate avvengono di solito anche durante i fine settimana del periodo di carnevale.

Carnevale 2020 per esempio: dal 9 al 25 Febbraio.
Giovedì 20 febbraio= giovedì grasso
Martedì 25 febbraio= martedì grasso.
Mercoledì 26 febbraio= mercoledì delle ceneri.
Sfilate: nei fine settimana, principalmente la domenica.
( 8/9 Febbraio; 15/16 febbraio; 22/23 febbraio).

Ogni scherzo vale!
Le celebrazioni si svolgono spesso con pubbliche parate di carri allegorici e sfilate di maschere. Tutti si possono mascherare, adulti e bambini e sono ammessi scherzi di ogni tipo, per questo si dice: “a carnevale ogni scherzo vale!”
Il carnevale ha avuto da sempre una forte valenza, non solo ironica, ma anche satirica. Fin dalla sua nascita il carnevale ha portato con sé una critica sfacciata e irriverente nei confronti della società e della politica contemporanea. E, dato che a Carnevale ogni scherzo vale

Carri allegorici

Carri allegorici e maschere
I carri allegorici sono macchine sovrastate da grandi figure o costruzioni in cartapesta, che in genere rappresentano alcuni eventi di attualità o temi specifici decisi dagli organizzatori o dal tipo di carnevale.

Oggi le maschere possono essere davvero di tutti i tipi ma c’è ancora chi si veste con le maschere tradizionali. Ogni regione ha le sue maschere tipiche, di tradizione antichissima (Commedia dell’Arte), le più famose sono sicuramente Arlecchino, Pulcinella, Pantalone, Colombina. (guarda questa mappa molto carina in questo sito per bambini)

I dolci di Carnevale
Ovviamente, essendo in Italia, non può mancare il cibo tradizionale! 🙂
I tipici dolci di carnevale sono le Castagnole, le Chiacchiere (o frappe), bugie, ogni regione li chiama in un modo diverso e ha una propria ricetta, ma sono tutti buoni e rigorosamente fritti!
Qui su giallozafferano potete trovare tutte le ricette!

Nella foto in evidenza: Federica Guarino, Carnevale di Ronciglione 2020.

One thought on “A Carnevale ogni scherzo vale!

Add yours

Leave a Reply to Michael Tee Cancel reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: